Un concorso a premio è un utilissimo strumento di marketing disciplinato dalla legge, che permette, ad esempio di aumentare le vendite o la visibilità di una società o di un brand.

Esistono regole precise per organizzare un concorso a premi e non si può improvvisare, perché tutto dev’essere eseguito attenendosi a quelli che sono i dettami giuridici e fiscali nella massima chiarezza e trasparenza. La nostra mission è quella di far raggiungere al Cliente l’obiettivo che si è posto, partendo da un’approfondita analisi del mercato in cui opera, del target di riferimento, degli strumenti più idonei da utilizzare per individuare la strategia migliore per sviluppare un concorso a premi che possa portare risultati tangibili.

Ma come si organizza un concorso a premi?

come organizzare un concorso a premi

Dopo aver effettuato uno studio di fattibilità dell’attività concorsuale, il primo passo da svolgere nello sviluppo e nell’organizzazione operativa di un concorso a premio è la redazione di un regolamento che deve contenere tutti gli elementi obbligatori indicati nel D.P.R. 430/01, norma di riferimento che regola le manifestazioni a premio. Il regolamento deve definire il montepremi dei premi messi in palio, i termini e le condizioni di partecipazione e di vincita.

È fondamentale indicare nel regolamento il numero ed il valore al pubblico dei premi messi in palio, perché la norma richiede al Promotore di attivare una fideiussione pari al valore del montepremi al netto dell’imposta dove possibile.

Definito il regolamento ed in possesso della fideiussione si può procedere con l’inoltro della comunicazione di inizio attività al Ministero dello Sviluppo Economico, esclusivamente per via telematica tramite il portale dedicato. La comunicazione deve essere presentata almeno 15 giorni prima dell’inizio del concorso a premi, compilando il modello Premia on line.

Anche tutte le fasi successive alla comunicazione di inizio attività, sono molto delicate e devono essere svolte con la massima puntualità e precisione: lo svolgimento del concorso con la relativa assegnazione dei premi e l’individuazione dei vincitori definitivi, gli adempimenti fiscali previsti da compiere entro date definite, la consegna dei premi da effettuarsi entro i termini stabiliti dalla norma, la chiusura del concorso dove si deve produrre tutta la documentazione precisa e puntuale di quanto eseguito che dovrà essere verbalizzata da un notaio o funzionario camerale competente per territorio, ed infine l’invio della comunicazione di chiusura del concorso al Ministero dello Sviluppo Economico esclusivamente per via telematica tramite il portale dedicato.

Leggi di più

Da questa rapida spiegazione su come organizzare un concorso a premi in Italia, appare evidente che l’aspetto burocratico e legale non sia facilissimo, anzi, è necessario attuare diverse pratiche affinché il tutto possa compiersi nel pieno rispetto della normativa vigente. Si tratta di un lavoro che richiede competenza e conoscenza della materia per essere portato a buon fine, per questo motivo la maggior parte delle aziende scelgono di affidarsi a società esterne specializzate in questo campo che effettuino per conto loro l’intera pratica burocratica, consegnando infine il concorso a premio pronto per essere lanciato sui canali di divulgazione.

Se sei interessato all’organizzazione di un concorso a premi ma non sai come fare per svolgere tutte le pratiche e le procedure, contattaci per un preventivo senza impegno e riceverai in breve tempo tutte le informazioni necessarie.